Search

Content

I francesi hanno più coraggio?


Ho appena letto questa notizia dall'interessante blog di Matteo Stefanelli.
Un gruppo di giovani autori francesi hanno creato e stanno per inaugurare questo bel progetto.
In pratica si tratta di bypassare gli editori cartacei per pubblicare on-line (a pagamento) un fumetto a più mani.
Ma noi italiani dobbiamo sempre restare a guardare?
Non riusciamo a mettere in piedi un gruppo di una decina di autori (con alle spalle un buon sito/blog necessario per una giusta promozione) per pubblicare un centinaio di pagine al mese? (diciamo 5 pagine al giorno per 5 giorni a settimana)…
Penso a nomi come Claudio Stassi e Werther Dell'Edera per fare qualche esempio… oppure Ausonia (che tra l'altro ha appena attivato un nuovo blog dalla veste grafica fantastica)… bravi, veloci e con blog molto attivi… Chi ci sta?

Aggiornamento.
La discussione prende altre direzioni sul blog di Susanna Raule.

Fumettista e illustratore, vivo nelle Marche con la mia famiglia.

Ho pubblicato i fumetti Keires, Sali d'argento (Innocent Victim), tradotti anche in Francia e negli Usa, Numeri (Magic Press), Metauro, Il brigante Grossi e la sua miserabile banda (Tunué) e A caccia di rane (Topipittori).

Ho disegnato Il vangelo del coyote (Guanda) e la trilogia FactorY (Fernandel), sui testi di Gianluca Morozzi.

Ho scritto e disegnato racconti a fumetti per Il manifesto, Corriere della sera, Coconino Press e Black Velvet.