Search

Content

Giovani di talento

Sabato scorso sono andato a Urbino (ancora innevata) per prendere un caffè assieme a Bastien Vives, un giovane fumettista di grande talento. Il parigino, nonostante abbia solo 26 anni ha una capacità di narrazione straordinariamente fluida e uno stile altrettanto fresco (lavora direttamente su tavoletta grafica alla media di due tavole al giorno). Ha al suo attivo diversi libri usciti per Casterman e uno in particolare gli è valso un premio importante in Francia (tradotto in italiano da Black Velvet, Il gusto del cloro).
Assieme a me due fumettisti marchigiani, Nigraz e Davide Garota. Abbiamo parlato di fumetto in Francia e in Italia, di nuove tecniche e tecnologie. In particolare del famoso (per chi segue questo blog) progetto Les autres gens, fumetto collettivo on line (a pagamento) pubblicato quotidianamente dal primo marzo e del progetto italiano (del tutto simile) su cui sto lavorando.
Presto nuovi aggiornamenti.
Intanto se capite un po' di francese andate sul suo blog e leggetevi le sue strisce.

Vivo e lavoro a Fano con la mia famiglia.

Ho pubblicato i romanzi a fumetti Keires, Sali d'argento (Innocent Victim), Numeri (Magic Press), Metauro, Il brigante Grossi e la sua miserabile banda (Tunué), A caccia di rane (Topipittori), I pesci non hanno sentimenti (Coconino Press/Fandango) e Messner. La montagna, il vuoto, la fenice (Coconino Press/Fandango).

Ho disegnato Il vangelo del coyote (Guanda) e la trilogia FactorY (Fernandel), sui testi di Gianluca Morozzi.

Collaboro con Il manifesto e il Corriere della sera.