Search

Content

Pajno o Bastardo di Senigallia

Tavola 47 di Banda Grossi. Ancora all'interno di un'osteria. Scena, una delle frequenti liti interne alla banda. Protagonisti, lo spietato Frontini detto Mengon, braccio destro di Terenzio Grossi e il giovane Giuseppe Alunni detto Pajno o Bastardo di Senigallia. Sempre curato e ben vestito, nonostante la giovane età aveva già conosciuto le galere ed era evaso da quella di Ancona per finire tra le file della banda.

Vivo e lavoro a Fano con la mia famiglia.

Ho pubblicato i romanzi a fumetti Keires, Sali d'argento (Innocent Victim), Numeri (Magic Press), Metauro, Il brigante Grossi e la sua miserabile banda (Tunué), A caccia di rane (Topipittori), I pesci non hanno sentimenti (Coconino Press/Fandango) e Messner. La montagna, il vuoto, la fenice (Coconino Press/Fandango).

Ho disegnato Il vangelo del coyote (Guanda e Mondadori) e la trilogia FactorY (Fernandel), sui testi di Gianluca Morozzi.

Collaboro con Il manifesto e il Corriere della sera.