Search

Content

Pioggia

Una nuova quasitavola della Banda Grossi. Le lunghe camminate nei boschi sono una delle componenti di questa storia. I cavalli erano poco diffusi, in particolar modo tra i briganti che preferivano andare a piedi per nascondersi meglio all'occorrenza e per praticare terreni sconnessi. Questo è uno dei motivi per cui amavo (e amo ancora) il titolo Camminavamo di giorno e di notte.

Vivo e lavoro a Fano con la mia famiglia.

Ho pubblicato i romanzi a fumetti Keires, Sali d'argento (Innocent Victim), Numeri (Magic Press), Metauro, Il brigante Grossi e la sua miserabile banda (Tunué), A caccia di rane (Topipittori), I pesci non hanno sentimenti (Coconino Press/Fandango) e Messner. La montagna, il vuoto, la fenice (Coconino Press/Fandango).

Ho disegnato Il vangelo del coyote (Guanda e Mondadori) e la trilogia FactorY (Fernandel), sui testi di Gianluca Morozzi.

Collaboro con Il manifesto e il Corriere della sera.