Search

Content

Di sogni e di fiumi

Vignetta tratta da una breve sequenza di un sogno di Terenzio Grossi. Un sogno che è un po' anche un flashback ambientato a Fossombrone, sonnacchiosa cittadina di origine romana della valle del Metauro.
Sto leggendo I quattro fiumi, libro scritto da Fred Vargas e disegnato da Baudoin uscito per Einaudi. In questi giorni si parla molto anche della considerazione che ha la massa del fumetto e si dice che considera i fumetti una cosa "da nerd" o "da sfigati".
La cosa è peggio di quello che si dice. Infatti anche gli addetti ai lavori nel mondo dell'editoria di varia non sanno niente di fumetti (e spesso hanno una bassa considerazione di essi) anche se hanno iniziato a pubblicarli. Ne ho avuto esperienza diretta collaborando con Guanda. E questo libro Einaudi conferma la mia tesi. In quarta si legge "primo graphic novel di Fred Vargas con i disegni dell'artista culto Baudoin". Poi se si cerca la sua biografia in bandella si trova solamente quella di Vargas, come se "l'artista culto" che ha solo disegnato 220 tavole sia inesistente.
Ecco, le accoppiate scrittore famoso/disegnatore non hanno fatto del gran bene al fumetto e alla sua percezione. Speriamo che il libro di Igort per Mondadori (il primo libro a fumetti scritto e disegnato da un autore a fumetti che un grosso editore ha prodotto dai tempi della Feltrinelli, se non sbaglio) venga accolto bene.

Aggiornamento.
Igort nel sul blog ci avvisa che ieri è uscito il suo libro, Quaderni ucraini. Correte a comprarlo.

Vivo e lavoro a Fano con la mia famiglia.

Ho pubblicato i romanzi a fumetti Keires, Sali d'argento (Innocent Victim), Numeri (Magic Press), Metauro, Il brigante Grossi e la sua miserabile banda (Tunué), A caccia di rane (Topipittori), I pesci non hanno sentimenti (Coconino Press/Fandango) e Messner. La montagna, il vuoto, la fenice (Coconino Press/Fandango).

Ho disegnato Il vangelo del coyote (Guanda e Mondadori) e la trilogia FactorY (Fernandel), sui testi di Gianluca Morozzi.

Collaboro con Il manifesto e il Corriere della sera.