Search

Content

La Blogfest e lo stato attuale dei blog

Disegno che probabilmente finirà nel libro. Forse in seconda o terza di copertina.
In pratica il fumetto è consegnato. Mancano solo piccoli particolari per rifinire il libro.

Intanto oggi leggo su Il Post (dove stanno arrivando sempre più fumettisti) che si avvicina il momento dell'annuale Blogfest, una specie di raduno di blogger di tutta Italia con incontri, presentazioni, conferenze e tanto cazzeggio. E sapete quanto bene consideri le persone che hanno voglia di incontrarsi dopo tanto "postare" e "commentare" e "chattare".
Noto anche di come sta crescendo e evolvendo questo mondo.
Si creano nuovi mestieri e le aziende sono sempre più interessate. Nel mio piccolo qualche settimana fa sono stato contattato da quelli di Sky per partecipare ad una rivista virtuale dove intervenire per commentare un loro nuovo prodotto (che mi avrebbero lasciato per 6 mesi) e il diverso rapporto che si sarebbe instaurato con la televisione. Devo dire che all'inizio il progetto mi ha incuriosito ma ho quasi subito desistito. In questi (e nei prossimi) mesi il tempo da dedicare alla tv è quasi vicino allo zero. Giusto qualche ritaglietto a fine giornata per seguire i serial più accattivanti.

Vivo e lavoro a Fano con la mia famiglia.

Ho pubblicato i romanzi a fumetti Keires, Sali d'argento (Innocent Victim), Numeri (Magic Press), Metauro, Il brigante Grossi e la sua miserabile banda (Tunué), A caccia di rane (Topipittori), I pesci non hanno sentimenti (Coconino Press/Fandango) e Messner. La montagna, il vuoto, la fenice (Coconino Press/Fandango).

Ho disegnato Il vangelo del coyote (Guanda) e la trilogia FactorY (Fernandel), sui testi di Gianluca Morozzi.

Collaboro con Il manifesto e il Corriere della sera.