Search

Content

Studi per le illustrazioni di Cuore di tenebra (7)


Anche qua, molto da fare. Forse dovrò anche rivedere i pesi dei singoli elementi (capanna, teste) per migliorare l'equilibrio dell'immagine.

Poi ci tenevo a fare i miei complimenti a Manuele Fior che ieri ha vinto il prestigioso premio per il miglior fumetto, al festival internazionale di Angouleme.
Per capire l'importanza di questo premio (uno dei più importanti al mondo) basti dire che gli unici italiani che se lo sono aggiudicati sono stati Pratt, Giardino, Micheluzzi, Manara e Gipi.
Manuele ha 35 anni ed è uno dei tanti italiani che vivono all'estero (Parigi).
Ma la cosa che mi ha veramente sorpreso è che oggi alle 13 (mentre sto scrivendo queste righe) molti siti d'informazione fumettistica italiana non hanno neanche dato la notizia.
Pensate a un sito d'informazione di cinema che non parla della vittoria di un film italiano a Cannes, per capirci.
Solo Fumettologicamente ha fatto un bel reportage in diretta. Complimenti a Matteo!

Vivo e lavoro a Fano con la mia famiglia.

Ho pubblicato i romanzi a fumetti Keires, Sali d'argento (Innocent Victim), Numeri (Magic Press), Metauro, Il brigante Grossi e la sua miserabile banda (Tunué), A caccia di rane (Topipittori), I pesci non hanno sentimenti (Coconino Press/Fandango) e Messner. La montagna, il vuoto, la fenice (Coconino Press/Fandango).

Ho disegnato Il vangelo del coyote (Guanda e Mondadori) e la trilogia FactorY (Fernandel), sui testi di Gianluca Morozzi.

Collaboro con Il manifesto e il Corriere della sera.