Search

Content

Pisapia vs Moratti


In vista dei ballottaggio del secolo (;)) il prode Stefanelli ha messo in piedi due blog che raccoglieranno strisce e vignette attorno a questo tema fortemente sentito non solo dai milanesi.
Intanto vi anticipo la prima parte del mio contributo citazionista.

Lascio il posto alle parole di Matteo.

"Milano, Elezioni Amministrative 2011. Al ballottaggio Letizia Moratti e Giuliano Pisapia. Una prospettiva di cambiamento che ha del sorprendente.

Non si era forse mai visto un clima elettorale con tanto fumetto nell’aria. Moratti che scopre di covare un Batman in casa, Pisapia che come un Gastone riceve dal destino un furto d’auto da sventare, Formigoni al seggio abbigliato con Paperino, Moratti (ancora) che spende e spande veleni come uno stizzito Rockerduck di fronte all’avversario. Insomma, tanti di quei paradossi e fandonie da far pensare alla regia invisibile di uno Jacovitti spin doctor.

In questo clima, e sull’onda di un sentimento da “fine di una stagione”, un gruppo di persone che vive il fumetto come passione e come mestiere, ha raccolto l'invito di Matteo Stefanelli a “partecipare al dibattito” col proprio lavoro. Ed è nato un (doppio) blog, per accompagnare una possibilità: sevincePisapia, striscialaMoratti.

Per tutta la settimana che ci avvicina al ballottaggio, i due blog - uno dedicato a Pisapia, ed uno alla Moratti - offriranno strisce inedite di oltre una ventina di autori - da Massimo Giacon a Pierz, da Giacomo Nanni a Laura Scarpa, dai Persichetti Bros a Roberto Recchioni - con cui commentare, giocare e seguire la prospettiva di un cambiamento che, per alcuni di noi, porta con sé un'energia e una prospettiva decisamente...fuori dal Comune (che è una battuta, ma anche un auspicio).

Due strip al giorno per ciascun blog, tra commedia e tragica attualità, divertissement, satira politica e qualche sano volo pindarico. Per seguire un ballottaggio fumettologico che possa accompagnarci fuori dalla palude (milanese, e forse italiana) in cui spesso ci sentiamo impantanati."

Vivo e lavoro a Fano con la mia famiglia.

Ho pubblicato i romanzi a fumetti Keires, Sali d'argento (Innocent Victim), Numeri (Magic Press), Metauro, Il brigante Grossi e la sua miserabile banda (Tunué), A caccia di rane (Topipittori), I pesci non hanno sentimenti (Coconino Press/Fandango) e Messner. La montagna, il vuoto, la fenice (Coconino Press/Fandango).

Ho disegnato Il vangelo del coyote (Guanda) e la trilogia FactorY (Fernandel), sui testi di Gianluca Morozzi.

Collaboro con Il manifesto e il Corriere della sera.