Search

Content

Il manifesto in liquidazione coatta

Avrete letto che il quotidiano il manifesto, dopo 40 anni di vita sta vivendo il suo momento più difficile causato in parte dall'ennesimo taglio dei contributi statali all'editoria.
è in arrivo infatti la procedura per la liquidazione coatta amministrativa della cooperativa che gestisce il giornale.
Devo ammettere che non ho un'idea chiara e forte sulla questione dei contributi statali.
Da un lato è chiaro che siano odiosi, soprattutto se usati a pioggia causando la proliferazione di testate (soprattutto di matrice politica) inutili.
Dall'altro lato mi sembra giusto che una cosa delicata come l'informazione non rimanga ostaggio del mercato e quindi solo di (pochi) interessi di tipo economico.
Probabilmente andrebbe rivisto l'utilizzo di questi fondi.

Ad ogni modo avete un modo semplice e piacevole di sostenere il manifesto. Andate su questa pagina e ordinate una copia di Gang Bang, l'antologia a fumetti prodotta dal quotidiano e da BD.

Vivo e lavoro a Fano con la mia famiglia.

Ho pubblicato i romanzi a fumetti Keires, Sali d'argento (Innocent Victim), Numeri (Magic Press), Metauro, Il brigante Grossi e la sua miserabile banda (Tunué), A caccia di rane (Topipittori), I pesci non hanno sentimenti (Coconino Press/Fandango) e Messner. La montagna, il vuoto, la fenice (Coconino Press/Fandango).

Ho disegnato Il vangelo del coyote (Guanda e Mondadori) e la trilogia FactorY (Fernandel), sui testi di Gianluca Morozzi.

Collaboro con Il manifesto e il Corriere della sera.