Search

Content

Rane, seconda tavola. Nomi da cani

Di ritorno dalla Fiera del libro per ragazzi di Bologna (presto foto) con il nuovo libro in mano. Libro agile e leggero, sia per la forma che per il contenuto. La leggerezza, secondo una delle famose lezioni americane di Italo Calvino si ottiene lavorando di sottrazione. Ed è quello che ho cercato di fare con i miei disegni, con la struttura del libro e con i dialoghi. Spero il risultato sia efficace. Allo stand di Topipittori ho disegnato assieme a Giulia Sagramola e Tuono Pettinato, autori degli altri due volumi della stessa collana. Interessante vedere come abbiamo affrontato in maniera differente lo stesso tema. Quello di Giulia è un flusso continuo di ricordi e aneddoti. Tuono racconta con la solita ironia dividendo in tre grandi capitoli (asilo, elementare e medie) e poi in tante piccole microstorie. Io invece ho preferito strutturare tutto in forma di racconto (di formazione). 
Sono curioso di leggere i prossimi due libri (in lavorazione) per la collana Gli anni in tasca graphic.

Fumettista e illustratore, vivo nelle Marche con la mia famiglia.

Ho pubblicato i fumetti Keires, Sali d'argento (Innocent Victim), tradotti anche in Francia e negli Usa, Numeri (Magic Press), Metauro, Il brigante Grossi e la sua miserabile banda (Tunué) e A caccia di rane (Topipittori).

Ho disegnato Il vangelo del coyote (Guanda) e la trilogia FactorY (Fernandel), sui testi di Gianluca Morozzi.

Ho scritto e disegnato racconti a fumetti per Il manifesto, Corriere della sera, Coconino Press e Black Velvet.

Ho vinto il premio Nuove Strade (2002) e il premio Attilio Micheluzzi (2009).