Search

Content

Macerata e Franko B


Nell'afosa piazza di Macerata, venerdi scorso i bambini hanno disegnato il loro fumetto autobiografico (a dire il vero qualcuno ha optato per storie di fantasia incentrate su killer e pupazzi dai pantaloni di foglie che si trasformano in robot vendicatori:)) e come al solito spesso rivelano soluzioni grafiche inaspettate. Potete vedere alcune tavole nella Fanpage Facebook.
A Macerata ho avuto il piacere di vedere l'artista Franko B e la sua piccola esposizione di disegni cuciti. Una vera meraviglia. Di lui conoscevo solo le performance alla Tate a base di tagli nella carne.
A casa mi sono documentato e ho scoperto un artista molto intenso. Qua il suo blog.


Vivo e lavoro a Fano con la mia famiglia.

Ho pubblicato i romanzi a fumetti Keires, Sali d'argento (Innocent Victim), Numeri (Magic Press), Metauro, Il brigante Grossi e la sua miserabile banda (Tunué), A caccia di rane (Topipittori), I pesci non hanno sentimenti (Coconino Press/Fandango) e Messner. La montagna, il vuoto, la fenice (Coconino Press/Fandango).

Ho disegnato Il vangelo del coyote (Guanda) e la trilogia FactorY (Fernandel), sui testi di Gianluca Morozzi.

Collaboro con Il manifesto e il Corriere della sera.