Search

Content

Sketch theatre a Disegni Diversi


Voglio cominciare a raccontare questi interessanti giorni dedicati al disegno e al fumetto parlandovi di una iniziativa un po' particolare. Lo sketch theatre. Si tratta di una performance teatrale particolarmente lenta nell'esecuzione e suggestiva, durante la quale il pubblico è invitato a disegnare. Devo ammettere che dopo l'iniziale titubanza il pubblico si è sciolto e tra curiosità e l'ovvia diffidenza (e indifferenza, la performance è avvenuta in un locale all'aperto e la maggior parte delle persone erano lì per bere) ha cominciato a prendere le matite. Quello sopra è il mio sketch.
Sulla pagina Facebook il mio amico Stefano sta iniziando a caricare le mie foto.

Vivo e lavoro a Fano con la mia famiglia.

Ho pubblicato i romanzi a fumetti Keires, Sali d'argento (Innocent Victim), Numeri (Magic Press), Metauro, Il brigante Grossi e la sua miserabile banda (Tunué), A caccia di rane (Topipittori), I pesci non hanno sentimenti (Coconino Press/Fandango) e Messner. La montagna, il vuoto, la fenice (Coconino Press/Fandango).

Ho disegnato Il vangelo del coyote (Guanda e Mondadori) e la trilogia FactorY (Fernandel), sui testi di Gianluca Morozzi.

Collaboro con Il manifesto e il Corriere della sera.