Search

Content

Ancora sull'annosa questione del giusto compenso

A Lucca, tra le tante cose da fare e vedere seguirò (almeno in parte) il secondo convegno sui diritti d'autore dell'Associazione Illustratori. Anche se devo ammettere che dopo 2 anni avrei sperato in cambiamenti più veloci (per esempio il passaggio a Autori d'Immagini).
Il convegno si farà al Museo del Fumetto, che ancora (anche qua) non ha paradossalmente unito le forze con il festival.

A proposito dell'annosa questione del giusto compenso nel mondo del fumetto e del libro illustrato, Davide Calì ha scritto un divertente articolo, Non è stato previsto un budget per FrizziFrizzi.
Sono d'accordo quasi su tutto ma come ho spesso ripetuto bisognerebbe cercare di vedere le cose in una maniera più complessa. Non tutti i lavori sono uguali ed è innegabile che disegnare è un lavoro creativo molto ambito. E in questa categoria "giusto" è un concetto molto aleatorio.

A Lucca mi trovate venerdi 2, allo stand Tunué. Ufficialmente, per le dediche sui miei libri, dalle 11 alle 13, ma probabilmente passerò spesso.

Vivo e lavoro a Fano con la mia famiglia.

Ho pubblicato i romanzi a fumetti Keires, Sali d'argento (Innocent Victim), Numeri (Magic Press), Metauro, Il brigante Grossi e la sua miserabile banda (Tunué), A caccia di rane (Topipittori), I pesci non hanno sentimenti (Coconino Press/Fandango) e Messner. La montagna, il vuoto, la fenice (Coconino Press/Fandango).

Ho disegnato Il vangelo del coyote (Guanda e Mondadori) e la trilogia FactorY (Fernandel), sui testi di Gianluca Morozzi.

Collaboro con Il manifesto e il Corriere della sera.