Search

Content

Lucca 1999. Geof Darrow

Sono passati 13 anni da quando esordii con il mio primo libro a fumetti, Keires.
Oggi mi sono ricordato di quando, gironzolando per gli stand del Palazzetto, incontrai il grande Geof Darrow, di cui avevo amato Hard Boiled scritto da un ancora ispirato Frank Miller. Lo fermai e dopo qualche complimento nel mio inglese strascicato gli regalai una copia del mio libro (ah, il bello di autoprodursi sta anche nel poter liberamente regalare in giro copie del tuo libro). Il giorno dopo mi venne incontro e mi lasciò questo disegno che (a giudicare dal foglio usato, una stampata del programma della fiera) immagino avesse fatto la sera prima. Altri tempi.

Vivo e lavoro a Fano con la mia famiglia.

Ho pubblicato i romanzi a fumetti Keires, Sali d'argento (Innocent Victim), Numeri (Magic Press), Metauro, Il brigante Grossi e la sua miserabile banda (Tunué), A caccia di rane (Topipittori), I pesci non hanno sentimenti (Coconino Press/Fandango) e Messner. La montagna, il vuoto, la fenice (Coconino Press/Fandango).

Ho disegnato Il vangelo del coyote (Guanda e Mondadori) e la trilogia FactorY (Fernandel), sui testi di Gianluca Morozzi.

Collaboro con Il manifesto e il Corriere della sera.